instagramyoutubepinterestgoogleplus

Serie B sesta giornata: Tergeste resta al comando,Forlì e Modena vincono in trasferta ed i Fox tornano a sorridere

images/medium/WhatsApp_Image_2021-11-29_at_11.21.00.jpeg

Più che autunno, in molte zone sembra già inverno pieno. Piogge e freddo imperversano lungo tutto lo Stivale, una condizione che forse non molte squadre hanno apprezzato dovendo affrontare una trasferta. Fortunatamente però, nessuno ha mai dato troppo peso a queste cose: ci si è sempre soffermati di più a pensare alla pista sulla quale si sarebbe andati a giocare, le ruote migliori da utilizzare e alla voglia di vincere. Stavolta più che mai, dato che oltre alla classifica di campionato c'è anche il profumo di turno di Coppa Italia che più di qualche squadra sente arrivare. E quando c'è competizione l'adrenalina sale in modo esponenziale. Tra scontri diretti e “derby”, la competizione non è mancata in questo fine settimana, peccato solo per la sospensione in extremis dell'incontro tra Mammuth Roma e SPV Viareggio. Dopo la seconda settimana senza gare, la società toscana, ancora alle prese con provvedimenti restrittivi verso alcuni atleti, dovrà attendere la decisione del Giudice Sportivo per sapere se recuperare o meno questo impegno. Nel frattempo, il Tergeste continua la sua corsa senza sosta, mentre a centro classifica i Fox Legnaro riprendono a vincere; ma non sono le uniche cose successe.

Cosa è successo sabato - I Castelli Romani avevano il compito di frenare la Libertas Forlì, un avversario che sta crescendo gara dopo gara e che punta ad arrivare nella massima condizione a quelli che saranno i play off promozione. Primo tempo aperto e divertente: l'equilibrio è rotto dopo appena cinque minuti da Tamburri che apre le marcature e porta avanti i padroni di casa. Il Forlì però, che su una superficie veloce si trova a suo agio, riesce in poco tempo a pareggiare ed a portarsi in vantaggio grazie a Stricker su assist prima di Carboncini e poi di Yahyaoui. Potrebbe sembrare il momento giusto per i romagnoli di allungare il passo ma i laziali sono bravi a sfruttare la superiorità numerica che si presenta al 13’ e così Calabrese serve Giannini per il 2-2. La bilancia del match torna a livellarsi e si va al riposo. Nella seconda parte di gara i Castelli Romani rientrano in pista con la guardia abbassata e Forlì ne approfitta immediatamente con Carboncini che raccoglie da Stricker e firma il vantaggio. Forse proprio questa rete taglia le gambe ai padroni di casa che iniziano a concedere spazi ed occasioni che vengono colte subito dai bianco-blu e nello specifico da Stricker che prima segna e successivamente assiste Mazzoni. Il 2-5 ormai lancia i ragazzi di coach Rizzoli che passano anche con Rossi, Carboncini (doppietta) e neanche a dirlo nuovamente due volte con Stricker (cinque gol e due assist per lui). Una gara iniziata alla pari ma terminata con l'allungo dei romagnoli che inanellano l'ennesima vittoria, agguantano il secondo posto e fanno una dedica speciale che arriva dalle parole di Michele Rossi: <<Primo tempo giocato sottotono e troppo individualmente. Poi nel secondo tempo abbiamo iniziato a macinare gioco e, trascinati anche da uno Stricker incontenibile, le cose si sono messe bene e siamo riusciti a prendere il largo. Complimenti a Francesco Tassinari (16 anni) che si è fatto trovare pronto all'esordio con la prima squadra e, per ultimo ma non per importanza, ci tenevamo molto a vincere perché vogliamo dedicare questa vittoria al grande Nicola Funari e dare un enorme abbraccio al nostro compagno Andrea>>.

Se di equilibrio stavamo parlando, torniamo su questo discorso perché tra Fox Legnaro e Cv Skating non avevamo dubbi che sarebbe stato lo stesso. Alla vigilia, avevamo provato a comparare le due formazioni e si era notata parecchia somiglianza: entrambe squadre giovani, motivate e con un gioco a trazione anteriore. Deve infatti passare la metà del primo tempo per vedere violare una porta: a farlo sono i Fox con Ballan e Carron, quest'ultimo pronto a battere a rete e far passare in vantaggio i suoi compagni. Il tempo per rilassarsi non c'è e gli Snipers pareggiano immediatamente con Stefani assistito da Valentini, il veterano della squadra. Nella seconda metà ci si appresta a godersi lo spettacolo dato che tutto è ancora aperto e le squadre si alternano tra recuperi e attacchi che impegnano gli estremi difensori. A tre quarti della gara gli animi si scaldano ed il Legnaro deve fare a meno di Zanon per cattiva condotta, ma proprio in questo momento di difficoltà la squadra trova la forza per passare in vantaggio con Carron che ringrazia Bernacconi per l’assist. I ragazzi di coach Buzzo devono ora stringere i denti e far trascorrere più velocemente possibile i minuti che separano dal fischio della sirena. Ormai gli sforzi stanno per essere ripagati grazie anche alla prestazione del goalie Morandini autore di ottimi interventi. A 1’28” dal termine arriva anche la rete di Succuman che raccoglie l'invito di Ballan per il definitivo 3-1. Partita equilibrata e divertente che premia i padroni di casa; la soddisfazione per la vittoria arriva proprio dalle parole dell’estremo difensore veneto Giacomo Morandin: <<Avevamo bisogno di un riscatto dopo la scorsa partita e siamo riusciti ad ottenerlo contro una squadra giovane e combattiva. La gara è stata equilibrata fino alla fine ma siamo riusciti a portare a casa 3 punti preziosi non mollando mai. Complimenti alla squadra avversaria e ai miei compagni per l'ottima partita>>. Il CV Skating torna a casa senza punti, ma con la consapevolezza di aver giocato un'ottima gara come si capisce dalla dichiarazione di Elia Tranquilli: <<Siamo partiti da Civitavecchia con la consapevolezza di trovare una squadra che ci avrebbe fatto sudare ogni singolo disco, e così è stato. Abbiamo dato il massimo, ma loro sono riusciti a fare di più, questa è stata la differenza. Complimenti comunque a tutti i miei compagni, dal primo all'ultimo, per il sacrificio e l'impegno perché in queste partite vale tutto. Volevo fare i miei complimenti al portiere Morandin per l'eccellente prestazione>>.

La “calda” domenica - Era senza dubbio la gara di cartello, lo scontro al vertice tra le prime della classe. Alla vigilia non sapevamo come sarebbe potuta finire tra Tergeste e Torre Pellice, ma sapevamo che avrebbero regalato tanto spettacolo. Saranno infatti rimasti soddisfatti i fortunati spettatori che hanno avuto modo di godersi dal vivo questo appuntamento. Se infatti la temperatura a Trieste non era delle più miti, in campo ardeva il fuoco della competizione. La pista del Pala Pikelc, dalle dimensioni “large”, ha dato modo ad entrambe di pattinare molto e costruire gioco. Dopo un inizio con qualche penalità, è Leben su assist di Mariotto a far gioire i padroni di casa che passano in vantaggio a 6’ dalla fine del primo tempo. Il Torre Pellice però insiste e continua per la propria strada riuscendo poco prima della sosta a pareggiare i conti in power play con Viglianco che non si lascia sfuggire il suggerimento di Luca Montanari. La prima frazione si chiude così, sull’1-1, ma è solo un preludio di altri venti minuti da cardiopalma. Negli spogliatoi i coach si saranno dati da fare per dettare le indicazioni giuste per affrontare al meglio la ripresa e l'idea è che i Tigers siano riusciti a concretizzare al meglio in quanto dopo pochi minuti Pittani riesce, assistito prima da Nicholas Angeli e poi da capitan Fabietti, a portare i giuliani sul 3-1. Passa la metà del tempo e proprio Trieste commette una serie di falli che lasciano spazio ai piemontesi di riportarsi in carreggiata: Rocca passa e Penna segna. Siamo sul 3-2 e l'impressione è che ancora tutto sia da decidere, lo si intuisce anche dalle occasioni e dalle parate che entrambi i goalie devono “inventarsi”. La gara però termina così, senza altre reti e nonostante il brivido, lancia la corsa della squadra di coach Poloni che consolida sempre più il proprio primato in classifica. Al termine della gara a parlare per i piemontesi è Nicolò Rocca che ammette: <<Partita equilibrata come previsto, purtroppo siamo stati meno cinici in alcune occasioni e alla fine l'abbiamo pagata. Non ci resta che lavorare duramente in questi mesi per affrontarli nella gara di ritorno>>. Di ben altro umore ma della stessa idea è anche il triestino Ludovico Pittani che dichiara: <<Sapevamo che sarebbe stata una partita molto combattuta visto che entrambe le compagini vantano giocatori di grande esperienza. I due periodi sono stati molto equilibrati, con una serie di occasioni per entrambe le parti. Siamo soddisfatti di come abbiamo affrontato questa partita, mantenendo la concentrazione per la maggior parte dell'incontro e raggiungendo il massimo risultato. Sicuramente in casa del Torre sarà un'altra sfida da seguire con grande entusiasmo>>.

Non un vero e proprio derby, ma certamente il campanilismo regionale si sente lo stesso. Diciamo che ci piace pensarla così perché rende il tutto più frizzante. Ad ogni modo sentita o meno, la gara tra Corsari Riccione e Invicta Modena non ci ha fatto mancare nulla, neppure le reti. Nel pomeriggio di domenica infatti il banco refertisti ha avuto il suo bel da fare inserendo nel foglio gara niente meno che dieci gol. Nella prima parte di gioco lo slancio è tutto da parte del Modena che passa in vantaggio con capitan Astolfi e nonostante venga recuperata a metà tempo grazie al gol confezionato dei fratelli Zamagli, Enrico serve per Eraldo che segna, i “canarini” hanno quel qualcosa in più che li spinge ad arrivare al riposo sul 1-3 con i gol di Giannatempo e nuovamente di Astolfi che strizza l'occhio a Grosso per l’assist. Il Riccione però non è squadra che tira i remi in barca facilmente: al rientro in pista è infatti Fabrizio a servire Eraldo Zamagli per il 2-3 che riaccende le speranze corsare e lascia sperare ai tifosi di casa un possibile recupero. L'occasione buona si presenta soprattutto quando il Modena passa in inferiorità numerica, ma i padroni di casa invece di approfittarne subiscono ancora per mano di Astolfi (tripletta) e addirittura concedono l’allungo fino al 2-6 a Ganzerli e Idrizoski. Il Riccione deve correre ai ripari il prima possibile per non far spegnere quel barlume di speranza che è sempre più affievolito e Brunetti cerca, su assist di Muccioli, di suonare la carica. Ormai i minuti scorrono inesorabili sul tabellone che non sembra essere di supporto al morale dei padroni di casa i quali chiudono la gara con un altro goal di Eraldo Zamagli (tripletta), ma la gioia non è completa perché la sirena suona e consegna i tre punti ai gialloblu che vincono con un rotondo 4-6.

Ora il campionato cadetto, dopo averci fatto stropicciare gli occhi, si ferma per regalare ad alcune formazioni la possibilità di misurarsi in Coppa Italia con le big di Serie A. Noi siamo già in trepidante attesa, chissà le protagoniste come affronteranno questa settimana. Lo scopriremo sabato prossimo.

 
Serie B – I risultati della 6a giornata (sabato 27 novembre 2021)
Castelli Romani - Libertas Forlì 2-9
Fox Legnaro - Cv Skating 3-1
Mammuth Roma - SPV Viaregio ::sub iudice::
Il risultati di domenica 28 novembre 2021
Tergeste Tigers - Old Style Torre Pellice 3-2
Corsari Ricicone - Invicta Modena 4-6

La classifica dopo sei giornate: Tigers Tergeste punti 18, Libertas Forlì e Torre Pellice punti 15, Fox Legnaro e Invicta Modena punti 12, CV Skating* punti 6, Castelli Romani punti 3, Corsari Riccione**, SPV Viareggio** e Mammuth Roma* punti 0

*una gara in meno

** due gare in meno

SEGUITECI:    
Risultati live: https://bit.ly/31DBpEV
Web TV:  https://bit.ly/31EwLqs o  Youtube   
Su Fisr.it: https://bit.ly/2MG6oMw 
Facebook: https://bit.ly/2ZnFCMX
Instagram:   https://bit.ly/31JJXdo
Twitter: https://bit.ly/2Ph9bNF

Credit foto Marco Carron