instagramyoutubepinterestgoogleplus

Serie B: in Gara 1 tutto facile per Tergeste, Torre Pellice e Legnaro vincono con brivido e Modena sgambetta Forlì

images/medium/WhatsApp_Image_2022-03-04_at_12.21.40.jpeg

Dite la verità, sabato avete avuto qualche problema a seguire tutte le gare che sono state messe sul piatto. Se infatti durante la stagione si veniva attratti maggiormente dalla massima serie, quando di mezzo c’è quella meravigliosa parola Play Off, tutto cambia. Da una parte ci si sta giocando il tricolore, la massima espressione sportiva, ma dall’altra, nel campionato cadetto, è iniziata la corsa alla promozione. L’emozione e il pathos non sono da meno, stiamo pur sempre parlando della spasmodica rincorsa di un sogno, e accedere all’élite del proprio sport è di per sé uno scudetto. Non lo si attacca sul petto, ma la gioia che si porta dentro può tranquillamente essere paragonata a quel traguardo. Ecco quindi che tra le otto formazioni di Serie B che hanno dato il via ai quarti di finale promozione ci sono alcune che stanno cullando questo sogno. Prima tra tutte la “delusa” della scorsa stagione, il Tergeste, che quest’anno sembra irrefrenabile e ha già messo le cose in chiaro con i Castelli Romani. Segue a ruota il Torre Pellice, ma ha trovato davanti a sé un Viareggio mai domo e desideroso di stupire. Legnaro e Forlì sembrano vivere alla giornata, soprattutto i romagnoli che sono scivolati sulla pista di Modena e ora dovranno rincorrere. Siamo all’inizio ma noi già ci stiamo divertendo da matti.

Riprendiamo da dove avevamo lasciato - A Civitavecchia, nella prima gara dei quarti di finale tra Castelli Romani e Tergeste Tigers tutto segue il copione. I giuliani scendono in terra laziale per continuare a percorrere la loro strada verso la Serie A e allungano la loro scia di vittorie. Se i pronostici erano a favore degli ospiti, una volta viste le squadre schierate in pista ogni dubbio è svanito. I Castelli Romani si sono infatti presentati con un roster davvero poco competitivo, con solo sei uomini di movimento tra i quali il secondo portiere, che poco poteva fare contro la corazzata triestina. Almeno all’inizio però i laziali sono riusciti a reggere l’ondata di attacchi avversari che hanno trovato il varco per la loro prima rete solamente al 8’24” grazie a Andrea Fabietti, assistito dal capitano Davide Fabietti. Il raddoppio è fulmineo e giunge in pochi secondi con l’asse Pittani-Cavalieri e fa pensare ad una goleada. I Castelli Romani tentano in tutti i modi di restare aggrappati alla partita e resistono fino a quasi cinque minuti dal termine della prima frazione quando Davide Fabietti fa allungare il passo al Tergeste. Si va al riposo e per i padroni di casa è un toccasana, un po’ di riposo è necessario per poter affrontare la seconda parte di gara. Al rientro in pista il copione è lo stesso, Tergeste attacca ed i Castelli Romani si difendono e si affidano a Sabatini che al termine dell’incontro sarà stato bersagliato con ben 62 tiri. A 7’58” però, per la legge di grandi numeri Mariotto centra la quarta rete triestina grazie al supporto di Davide Fabietti. I gialloneri tentano di spezzare il ritmo avversario chiamando un time out, ma tempo di ingaggiare che Pittani (doppietta) mette la quinta al Tergeste che al tredicesimo completa la propria carrellata di reti con Andrea Fabietti (doppietta) su intuizione di Leben. I Castelli si sacrificano e si trascinano fino al fischio finale e ringraziano il proprio goalie per averli tenuti lontani da un passivo ben più pesante. Ora tutto più chiudersi sabato prossimo al Pala Pilkec dove vedremo come si presenteranno gli avversari.

Sempre sul litorale laziale e sempre sulla stessa pista della gara precedente di sono affrontati la CV Skating ed i Fox Legnaro. Una gara tirata e frizzante che non ha di certo annoiato i presenti al Pala Indra Mercuri. Partenza decisa da parte dei veneti, bravi a passare in vantaggio in power play dopo appena tre giri e mezzo di orologio con Davide Carron. Le squadre si affrontano con energia, Legnaro attacca, ma il Civitavecchia difende bene e appena arriva la metà della prima frazione Stefani pareggia i conti. Una rete che dà coraggio ai padroni di casa che hanno poco dopo la possibilità di usufruire di una superiorità che Cocino trasforma nel sorpasso con la complicità di Valentini. Si capisce che sarà una partita tutta da vivere e nella quale abbassare la guardia potrebbe risultare deleterio. Civitavecchia si salva dal pareggio uscendo indenne da un’inferiorità ed a 1’35” dalla sirena del riposo anche i Fox si trovano nella medesima situazione ma riescono a portarsi allo scadere senza ripercussioni. Negli spogliatoi ci si dedica a capire come affrontare la seconda parte di gara e per nessuna delle due deve essere facile. Riprendono le ostilità e la musica non cambia, Legnaro è alla ricerca del pareggio ma viene frenata dalla retroguardia civitavecchiese, il rischio comunque rimane dietro l’angolo. Al sesto minuto gli ospiti centrano il colpo grazie ad un power play firmato da Ometto con il contributo di Pistellato, un gol che rilancia le quotazioni della formazione di coach Buzzo che riesce anche a tenere duro in 4vs3. Il tempo scorre via veloce e il margine di errore diminuisce come i numeri sul tabellone. Arriva così il momento che il Legnaro stava aspettando, un passo falso degli Snipers, una penalità differita che permette a Kravanja di portare i suoi in vantaggio. Ora i laziali sono costretti a rincorrere e hanno posto tempo per rimettersi in carreggiata, ma per la foga di recuperare commettono un altro fallo che spiana la strada all’asse Pietrobon-Zanon che di fatto fa partire i titoli di coda del match. Un 2-4 che premia i Fox, capaci di subire, rischiare e ribaltare la situazione. Sabato ci aspettiamo un’altra partita da brividi in quel di Legnaro.

Da brividi è stato il derby dell’Emilia Romagna tra Modena e Forlì, ma ce lo aspettavamo fin dalla vigilia. Il Pala Sacca è sempre stato un teatro di gare a sorpresa dove molte formazioni più quotate dei padroni di casa hanno avuto problemi o addirittura ci hanno lasciato punti pesanti. Stavolta la posta in palio era ben altra: aggiudicarsi gara 1. La Libertas serve subito un power play che però i canarini non colgono e così a 5’20” è Funari a imbeccare Carurucan per il vantaggio ospite. L’incontro è spinoso, il Modena spinge e cerca di non far ragionare gli avversari e a metà del primo tempo assesta un uno due pesantissimo prima con Bisi e poi con Giannatempo, serviti rispettivamente da Bergamini e Bortolai. E’ un controsorpasso che fa male al Forlì che ora si trova in una situazione scomoda. L’Invicta insiste e vuole mettere alle corde l’avversario con il proprio gioco fatto di grinta e pattinaggio, ma proprio quando Carboncini e compagni sembrano “salvi” e vedono all’orizzonte la fine della prima frazione di gioco, Astolfi sigla il 3-1 che sorprende tutti. In pausa il Modena cerca di non farsi prendere dall’entusiasmo e vuole restare con i piedi per terra, mentre il Forlì vuole svegliarsi da un brutto sogno. In apertura ci si aspetta una risposta dei romagnoli, ma dopo qualche minuto arriva invece una ghiotta occasione per i padroni di casa i quali hanno in mano un power play: Astolfi (doppietta) decide così di fare tutto da solo e fare impazzire di gioia i suoi compagni per il 4-1. In casa modenese si vola sulle ali dell'entusiasmo, forse anche troppo e tra l’ottavo e il nono minuto, sono loro a commettere due falli che li costringono ad una doppia inferiorità. Ad intuire la preziosa opportunità è Stricker che servito da Pazzagli accorcia le distanze e prova a scuotere i propri compagni. Il Forlì ora ci spera, guarda l’orologio e sa che ha tempo per riportarsi sotto: così, dopo aver lavorato di cesello quando mancano 4’13” al termine della gara, nuovamente Stricker mette a segno il 4-3. Un risultato che dà l’impressione di riaprire i giochi, ma il Modena dopo qualche minuto di appagamento scarta con Giannatempo il proprio regalo di Pasqua e con questo 5-3 si porta sorprendentemente a casa gara 1. A parlare per l’Invicta è proprio Gabriele Giannatempo che senza perdere di vista gli obiettivi futuri dichiara: <<La partita è stata combattuta, come ogni volta che abbiamo affrontato questa squadra. Abbiamo portato a casa una partita davvero importante, sudata e meritata a pieno. Ma non è ancora finita, non dobbiamo abbassare la guardia ma dare tutto anche in gara 2, cercando di strappare la vittoria ed accedere alle semifinali. Testa bassa e lavorare, fino alla fine>>.

Che non sarebbe stata una serie semplice lo si sapeva, ma il Viareggio ha nuovamente fatto capire, stavolta contro Torre Pellice, che non ha intenzione di mollare così facilmente la stagione. Il Pala Pardini non deve essere molto simpatico agli Old Style che, dopo la gara di andata di regular season, si sono trovati ancora una volta a sudare per portare a casa la gara. A mettere però il piede avanti sono proprio loro con il duo Penna- Michelin Salomon, quando gli spettatori stanno ancora prendendo posto in tribuna. Un vantaggio che lascia ben sperare i ragazzi di coach Battaglia i quali però non riescono a trovare il raddoppio e al quinto minuto devono fare i conti con il pareggio di Lilli. I piemontesi assorbono il colpo e riorganizzano le idee, non avevano pensato ad una gita fuori porta e riprendono a giocare fino a riportarsi in vantaggio con Penna. La gara si infiamma e si capisce che la serata riserverà sorprese e spettacolo. Torre Pellice potrebbe allungare grazie ad un power play ma i toscani si difendono e restano con il fiato sul collo, ma quando il rischio sembra scampato arriva la rete di Cordin, su assist di Viglianco, che fa tirare un sospiro di sollievo ai propri compagni. Si va al riposo sull’1-3, ma l’Old Style dovrà pensare a come tenere al sicuro il risultato ad inizio ripresa dato che sul filo della sirena è arrivato un fallo che li costringerà all’inferiorità. In avvio Viareggio sa che ha questa preziosa possibilità e vuole sfruttarla al meglio e cinicamente accorcia con Cecchi, bravo a battere a rete il suggerimento di Lilli. I padroni di casa non fanno in tempo a finire i loro festeggiamenti che si trovano nuovamente con il coltello dalla parte del manico. Un altro power play gli si presenta su un piatto d’argento e l’asse Lilli-Podda ci si butta sopra a capofitto per il momentaneo 3-3. Il Pala Pardini esplode: il Torre Pellice deve reagire prontamente e con decisione se non vuole farsi sfuggire di mano la situazione. Detto fatto e due giri di orologio dopo, precisamente a 4’50” della ripresa, ci pensa Bianco a riportare avanti i suoi. Di rilassarsi non se ne parla proprio, la gara è una montagna russa di emozioni e in quei casi i dettagli fanno la differenza. Gli ospiti commettono ancora una volta fallo e stavolta a parti invertite è Podda a segnare e Lilli a fare da gregario per il 4-4 da capogiro. Inizia una guerra di nervi e le due squadre si passano di mano il power play come si fa con una patata bollente, ma la fiammata arriva nei cinque minuti finali quando il Torre Pellice trova il guizzo prima con Rosso, su assist di Cordin e poi l’affondo con Penna (doppietta), che ringrazia Michelin Salomon e consegna alla propria squadra il 4-6 che vuol dire vantaggio nella serie. Gara aperta e divertente che premia Montanari e compagni, i quali però ora dovranno difendere la mura di casa dagli attacchi di un determinato Viareggio, come si intuisce dalle parole di Matteo Lilli: <<Complimenti al Torre Pellice per la vittoria, sicuramente il risultato non è quello che volevamo, ma siamo stati bravi a rimanere in partita e recuperare lo svantaggio del primo tempo. Complice qualche errore di troppo, purtroppo abbiamo preso i due gol finali che ci hanno precluso la vittoria. Ora faremo il possibile per provare a prenderci la rivincita in gara 2>>.

Che dire, la maggior parte dei pronostici sono stati rispettati, ma il divertimento non è di certo mancato. Qualche sorpresa c’è stata, ma crediamo che il bello dei Play Off debba ancora iniziare. Siamo certi che la serie si chiuderà per tutti già sabato prossimo?

Serie B - Play Off promozione, il programma di gara 1 dei quarti di finale (sabato 16 aprile 2022)
Castelli Romani - Tigers Tergeste 0-6
Cv Skating - Fox Legnaro 2-4
Invicta Modena - Libertas Forlì 5-3
SPV Viareggio - Torre Pellice 4-6

SEGUITECI:  

Risultati live: https://bit.ly/RisLive
Web TV: https://bit.ly/FisrTV o Youtube
Su Fisr.it: https://bit.ly/Fisrit
Facebook: https://bit.ly/FisrFB
Instagram: https://bit.ly/FisrFB
Twitter: https://bit.ly/FisrTW

Credit foto Marco Carron