instagramyoutubepinterestgoogleplus

Women European League: per Verona e Civitavecchia non arrivano risultati in pista ma tantissima esperienza internazionale.

images/medium/283243070_3126236794258107_136544246814160262_n.jpg

“Veni, vidi, didici”. O semplicemente: siamo andati, abbiamo visto ed abbiamo imparato. Nello sport non si può ovviamente sempre vincere e, nel caso non si riesca a vincere, bisogna almeno cogliere tutto il buono che l’esperienza può regalarci. Ecco! Le nostre due rappresentanti alla Coppa Europa per club femminili (Women European League), Cus Verona Mastiff e Civitavecchia Snipers rientrate in questi giorni dalla manifestazione svoltasi nella regione dell'Île-de-France, avranno senz’altro molto da raccontare. La Coppa Europea è stata vinta dalle atlete del Tres Cantos (squadra di Madrid) che così fanno restare il trofeo in Spagna e, dopo l’interruzione causata dal Covid, succedono al Valladolid. Noi però ci concentriamo sui colori dell'Italia che ha visto piazzarsi al 5° posto la squadra veneta ed al 6° quella laziale.

Un piede oltralpe - Varcare il confine e confrontarsi con realtà internazionali di grandissimo livello, come sono quella francese e quella spagnola, non era cosa facile, ma la crescita del movimento rosa passa anche da queste occasioni e dalla volontà di mettersi in gioco provandoci. Poco importa se in questa occasione non sono arrivati risultati (1 vittoria su 5 gare per Verona e 5 sconfitte su altrettante gare per il Civitavecchia), anche se ovviamente avrebbe fatto piacere a tutti noi veder gioire le nostre ragazze. Sì, diciamo nostre perché a Ris-Orangis la bandiera italiana è sventolata grazie a loro. Anche nel derby di coppa, nel quale hanno avuto la meglio le atlete scaligere per 0-2, abbiamo trattenuto il respiro ed alla fine applaudito per entrambe. Al rientro da questa intensa tre giorni, i ricordi e le immagini di questa esperienza sono ancora vivi e abbiamo chiesto ad alcune protagoniste di farcele rivivere grazie alle loro dichiarazioni. Rebecca Piccinini (Verona): << Credo che questa esperienza sia stata più che positiva per diversi aspetti. Come prima cosa c’è da sottolineare l’organizzazione che è stata eccellente, c’è sempre stata puntualità e chiarezza nella gestione delle partite. A livello agonistico le gare sono state molto difficili e di altissimo livello ma proprio per questo penso che come squadra possiamo ritenerci soddisfatte e orgogliose di ciò che abbiamo fatto, nonostante il quinto posto. E’ stato un momento di forte competizione oltre ad essere stato motivo di confronto e di riflessione sul nostro campionato. Conoscendole da qualche anno, sia spagnole che francesi, ci hanno confermato ancora una volta il notevole distacco tecnico/tattico che c’è fra noi e loro e che dobbiamo provare a colmare nell’ottica di far fare anche al nostro movimento italiano un evidente salto di qualità >>. Eleonora Raia (Civitavecchia): << Un’esperienza che sarà difficile dimenticare: avere la possibilità di competere contro le squadre migliori d’Europa e contro giocatrici di quel livello è stata l’occasione per capire cosa possiamo fare e dove possiamo arrivare. Siamo arrivate in Francia consapevoli delle difficoltà che avremmo trovato sul nostro cammino ma questo non ha di certo affievolito il nostro spirito di competizione. Siamo state accolte con grande attenzione da tutti i volontari della squadra di casa, sempre pronti a rendere ancor più piacevole il nostro soggiorno a Ris-Orangis. Indimenticabile il primo match disputato contro le padrone di casa, con gli spalti gremiti di giovani provenienti dalle scuole locali accorsi per sostenere la loro squadra del cuore. Ad evento concluso posso ritenermi comunque soddisfatta, al di là del risultato soprattutto per l’esperienza condivisa con la squadra e con tutte le altre partecipanti. Come ho imparato nel corso degli anni, bisogna sempre prendere il meglio anche dalle prestazioni che non vanno come si vorrebbe per farsi trovare più preparate in futuro. Esperienza importante soprattutto per le più giovani che dalla prima partita hanno giocato a viso aperto e senza esitare e che tornano a casa con più obiettivi da raggiungere nella loro crescita sportiva. Per ultimo, ma non per importanza, volevo ringraziare la mia società CV Skating, la nostra super coach e tutti i genitori e familiari che, anche con poco preavviso, ci hanno accompagnato durante questa avventura; grazie anche a tutti coloro che ci hanno sostenuto da casa. Il nostro prossimo obiettivo sono le semifinali di campionato, sperando di riuscire a mettere la ciliegina sulla torta a questa stagione straordinaria >>.

Questione di obiettivi - Oltre alla felicità di aver partecipato ad una competizione di tale spessore, le due partecipanti italiane devono andare orgogliose di questa partecipazione, magari pensando ad una replica futura, e devono riuscire a trasmettere questo entusiasmo anche in ambito nazionale. L’impegno infatti d’ora in poi sarà nuovamente rivolto al campionato dove c’è da rincorrere il tricolore e Verona e Civitavecchia potranno, forse, sfruttare questa leva emotiva per raggiungere il miglior piazzamento possibile.

Premi individuali - Al termine della kermesse francese c’è stato spazio non solo all’incoronamento della nuova regina d’Europa, ma anche per i riconoscimenti individuali che sono stati consegnati a:

Rubì Cent Patins - Best Fair Play Team
Elena Ramos (Tre Cantos) - Best Player  
Laura Lopez De Ochoa (Tres Cantos) - Best Goalie

 

Tutti i risultati della manifestazione:

Le gare di Venerdì 20 maggio 2022
CUS Verona - Tres Cantos (SPA) 1-4 
Saint Medard (FRA) - Rubì (SPA) 0-1
Ris-Orangis (FRA) - Civitavecchia 5-1
Saint Medard (FRA) - Tres Cantos (SPA) 2-4
CUS Verona - Ris-Orangis (FRA) 0-6
Rubì (SPA) - Civitavecchia 8-2

Le gare di Sabato 21 maggio 2022
CUS Verona - Saint Medard (FRA) 0-3
Civitavecchia - Tres Cantos (SPA) 2-7
Ris-Orangis(FRA) - Rubì (SPA) 1-3 
Civitavecchia – CUS Verona 0-2
Tres Cantos (SPA) - Rubì (SPA) 1-0
Saint Medard (FRA) - Ris-Orangis (FRA) 2-3

Le gare di domenica 22 maggio 2022
Rubì (SPA)- CUS Verona 4-2
Civitavecchia - Saint Medard (FRA) 0-6
Tres Cantos (SPA) - Ris-Orangis (FRA) 2-1

Finale 3º-4º posto Ris-Orangis (FRA)- Saint Medard (FRA) 2-0
Finale 1º-2º posto Tres Cantos (SPA)- Rubì 2-1 (SPA) 

Classifica Finale WEL 2022
1° Tres Cantos (SPA)
2°Rubì Cent Patins (SPA)
3° Ris-Orangis (FRA)
4°Saint Medard (FRA)
5° Cus Verona Mastiff
6° Civitavecchia Snipers 

Albo d’oro 
2017 Rubì Cent Patins (SPA)
2018 Valladolid (SPA)
2019 Valladolid (SPA)
2020 Non assegnato causa Covid 
2021 Non assegnato causa Covid 
2022 Tres Cantos (SPA)

 

Credit foto Marco Guariglia