instagramyoutubepinterestgoogleplus

E' grande Italia! I ragazzi di Rigoni superano la Repubblica Ceca e conquistano le semifinali

images/medium/WhatsApp_Image_2022-07-10_at_17.06.31-2.jpeg

Era una “montagna da scalare” e lo si sapeva. Una specie di “ottomila” per chi ha la passione del trekking, ma solo nel weekend, per intenderci…una scalata impossibile: senza corde e piccozza (l’esperienza) e senza ossigeno (un roster giovanissimo). Tanta roba la Repubblica Ceca, troppa per la giovane Italia a detta dei più. Italia che ha solo un risultato utile per ottenere il pass per la semifinale dopo l’inopinata sconfitta all’esordio con la Svizzera, vincere e per forza nei tempi regolamentari. Una sorta di quarto di finale ad eliminazione diretta, ma solo per l’Italia; per la Repubblica Ceca la semifinale è già garantita in virtù delle 2 vittorie su Lettonia (5-1) e Svizzera (16-1!) e questo può aver fatto sbagliare approccio ai ragazzi di Tvrznik.

Non sbagliano invece approccio i ragazzi di Rigoni che si dimostrano subito sul pezzo e piazzano  l’allungo con Dal Sasso bravo nel farsi trovare nel posto giusto, al momento giusto, sulla discesa devastante di Vendrame che parte da dietro la porta di Frigo, innesca i razzi che ha al posto delle gambe, lascia di sasso tre avversari e si fuma i 50 metri di pista servendo a Dal Sasso il disco che deve solo essere spinto in rete. L’1-0 punge nell’orgoglio Sebek e compagni che cercano subito di rimettere in equilibrio le sorti del match ma Frigo e la sagace gestione azzurra del disco rendono ardua la risalita dei Campioni del Mondo che, sull’unica sbavatura difensiva della prima linea italiana, trovano la via del goal con Bernard che riceve in campo aperto da Kafka e beffa Frigo tra i gambali per l’1-1 che durerà fino all’intervallo.

Nella ripresa ancora tanto equilibrio e tanta attenzione azzurra nell’arginare le folate dei cechi che si devono arrendere nuovamente al 28mo quando Pace è caparbio nel rubare un disco in attacco e infilarlo alla sinistra di Frodl per il nuovo vantaggio azzurro. Altri 2 minuti in apnea fino a quando un abbaglio dell’arbitro tedesco Pfeffer fa finire Calore in panca puniti con i cechi che, con l’uomo in più, vanno a nozze e insaccano con Loskot dalla sinistra. 2-2 e tutto da rifare con 10’ sul cronometro. L’Italia non arretra di un centimetro e quando la classe cristallina degli avversari è dominante c’è Frigo a metterci una pezza. Il fatto di non trovare il vantaggio fa innervosire i ragazzi di Tvrznik che cominciano a peccare di lucidità anche in fase offensiva con Frigo a passare “addirittura” qualche minuto tranquillo anche grazie ad una penalità fischiata a Sebek che vede Bellini e compagni a far trascorrere il tempo gestendo il possesso per quasi 2 minuti filati. Nel power-play che ne deriva la circolazione del disco è ottima e la rasoiata di Vendrame sorprende Frodl per il 3-2 che con 180” sul cronometro significherebbe semifinale. L’assalto finale dei cechi, con il 5° giocatore di movimento in pista, esalta Frigo e la difesa azzurra ma le bordate di Kafka e Loskot non inquadrano la porta di Frigo che ha comunque il gran merito di toccare un paio di dischi nel traffico prima che diventino spendibili per gli attaccanti appostati nei pressi della sua area. La sirena della Bill Harris arena dice stop ed esplode la festa sulla panca dell’Italia. Senza corde, senza piccozze, senza ossigeno…ma con un cuore che definire enorme è perfino riduttivo! La bandierina dell’Italia sventola orgogliosa sul primo degli ottomila!

Domani sarà il turno di Stati Uniti o Francia (al momento della stesura del presente articolo si sta ancora discutendo sulla corretta applicazione del regolamento) ma chiunque sia sarà sicuramente un’altra parete da affrontare a mani nude... ma come abbiamo detto prima della gara odierna, sognare non costa nulla, quindi, ragazzi, fateci sognare!

REP. CECA – ITALIA : 2-3 (pt 1-1)

Marcatori: 01.24 Dal Sasso (ITA), 12.30 Bernard (CZE), 27.11 Pace (ITA), 29.17  Loskot (CZE), 36.18  Vendrame (ITA).

 

REP. CECA: Frodl,  (Brabec) – Sebek, Vyoral, Bernard, Rubes, Loskot, Chamrad, Fiala, Zboril, Kafka, Kutak, Turek, Flynn.

ITALIA: Frigo M. (Facchinetti) – Bellini, Pace, Dal Sasso, Vendrame, Rossetto M., Calore, Campulla F., Rossetto Alessandro, Pietrobon, Campulla L., Ederle, Frigo N.

Arbitri: Telesio Carreon (USA), Pfeffer (GER)

 

Tiri in porta: Rep. Ceca 14 - Italia 13 

Penalità: Rep Ceca 2’ - Italia 2’ 

 

Classifica Girone A: USA 9 punti, Francia 6 punti, Canada 3 punti, Colombia 0 punti

Classifica Girone B: Rep Ceca, Italia e Svizzera 6 punti, Lettonia 0 punti

Semifinali:  ore 15.00 USA-ITA , ore 16.30 CZE-FRA

Piazzamenti 5-8 posto: ore 9.00 SUI-COL, ore 10.30 CAN-LAT 

 

Credit foto Vanessa Zenobini