instagramyoutubepinterestgoogleplustelegram

La Nazionale di artistico guarda oltreoceano, ai WSK 2022

images/ra5_9642_20211008_1424962008.jpg

Con le convocazioni ufficiali già note da fine settembre, il ct Fabio Hollan è pronto a raccogliere quante più medaglie possibile alla terza edizione dei World Skate Games 2022. Le attese gare di pattinaggio artistico si svolgeranno dal 24 ottobre al 6 novembre a Buenos Aires, in Argentina. Sono una quarantina gli azzurri che prenderanno parte all’importante competizione iridata e finora non si sono registrate defezioni rispetto alle convocazioni iniziali.

“La squadra che avevo pensato di far partecipare al Mondiale è esattamente questa - racconta il ct Fabio Hollan -. Sono molto soddisfatto e ho buone prospettive per l’evento. È stata una stagione lunga e intensa, se si considerano anche i tre appuntamenti della World cup, due tappe nel nostro continente e la finale, che hanno in qualche modo condizionato la preparazione per gli Europei di Andorra. Qualche ragazzo ha accusato un po’ di sovraccarico e di stanchezza, ma fortunatamente c’è stato il tempo di riprendersi in vista dei WSG. Comunque sia le World Cup sono servite da un lato per studiare gli avversari, dall’altro per avere un’ulteriore conferma sulle scelte legate agli atleti da portare in Argentina”.

E per quanto riguarda la situazione della Nazionale che si prepara a partire per il Sud America, il ct azzurro prosegue: “Nelle Coppie artistico mi aspetto di arrivare a podio, in un certo senso le medaglie sono assicurate. Dovremmo poi raccogliere qualcosa nel Singolo femminile Junior e Senior. Qualche difficoltà in più potrebbe esserci nel Singolo maschile: tra i Senior c’è stato un cambio generazionale con l’uscita di scena del pluricampione Luca Lucaroni che gareggerà solo in Coppia artistico; paghiamo inoltre l’assenza di Alberto Maffei. D’altro canto abbiamo ritrovato Marco Giuseppe Giustino, che non aveva partecipato al Mondiale di Asuncion nel 2021, sale di categoria Danilo Gelao e possiamo contare su Alessandro Liberatore. Nella categoria Junior mi aspetto di soffrire un po’ soprattutto a causa della Nazionale spagnola. Nella Danza, invece, mi sento tranquillo in tutte le categorie e per tutte le discipline. Arrivando all’Inline abbiamo deciso di portare un atleta per categoria, Junior e Senior maschile e femminile. I pattinatori convocati sono quelli che si sono maggiormente distinti, nel corso di tutta la stagione, per meriti tecnici”. 

Per le convocezioni cliccare qui , le dirette saranno trasmesse su www.worldskategames.tv

Foto di Raniero Corbelletti