instagramyoutubepinterestgoogleplustelegram

World Skate Games: Trionfa ancora l'Italia nell'Artistico con il Libero Junior

images/1-primo-piano/RZ9_5910.jpg

Fiori e Altezza medaglia d'oro e di bronzo nel Libero Junior Femminile. Nel maschile Chimetto rimonta e porta a casa il bronzo

Giornata di Long program per i ragazzi del libero Junior ai World Skate Games. Dopo le gare soddisfacenti dello short sono necessarie ottime prestazioni per confermare il risultato e in alcuni casi cercare di scalare delle posizioni.

Si inizia con il libero junior femminile. La prima azzurra a scendere in pista è Benedetta Altezza che nello short si era piazzata quarta con 51.21 punti. Il livello del programma seppur alto è stato penalizzato da due piccole cadute che hanno prodotto un punteggio totale di 132.68, ma è bastato per salire sul podio. L’atleta napoletana è medaglia di bronzo!

È il turno di Gioia Fiori che nella precedente esecuzione si era classificata seconda con 62.20 punti, dietro alla spagnola Sira Bella Gallardo. Il suo programma le ha fruttato un ottimo 168.92 che la decreta campionessa del mondo junior.

CLASSIFICA LIBERO JUNIOR FEMMINILE

  1. Gioia Fiori (ITA)
  2. Sira Bella Gallardo (ESP)
  3. Benedetta Altezza (ITA)

 

La seconda gara della giornata è quella del libero junior maschile. Il primo atleta del Team azzurro a gareggiare è Alex Chimetto, attualmente in sesta posizione con 46.36 punti. L’azzurro esegue il suo programma lungo convincendo la giuria che lo premia con un ottimo 158.22. L’Italia ottiene un’altra medaglia di bronzo.

Infine, è la volta di Kevin Bovara che nello short aveva ottenuto un ottimo posizionamento stazionando in quarta posizione con 48.37 punti. L’esecuzione dell’atleta purtroppo, a causa di alcune imprecisioni, non ha premiato le sue doti posizionandolo in quinta posizione della classifica definitiva con un punteggio di 144.17.

CLASSIFICA LIBERO JUNIOR MASCHILE

  1. Lucas Yanez Pérez (ESP)
  2. Aleix Bou (ESP)
  3. Alex Chimetto (ITA)

 

Segui l’Evento live: qui

 

Foto by Raniero Corbelletti