instagramyoutubepinterestgoogleplus

A caccia degli azzurri del futuro. Dopo la pandemia riprendono gli stage interregionali

images/medium/rn6_1385_20220804_1070116885.jpeg

Terminata la bella parentesi dei World Skate Games, svoltisi per questa terza edizione in Argentina, la Fisr guarda avanti e lo fa mettendo le basi per il pattinaggio del futuro. Si svolgeranno infatti a partire dal prossimo fine settimana cinque stage interregionali con l’obiettivo d’impostare e migliorare la qualità tecnica della specialità del singolo, e non solo. Agli appuntamenti sarà presente il ct Fabio Hollan, che visionerà il livello di preparazione degli atleti con particolare attenzione a quelli delle categorie giovanili, ma anche alcuni tecnici dello staff azzurro e allenatori locali. Gli stage sono aperti ai giudici che potranno assistere alle lezioni e il lavoro non sarà solamente su pista, ma ci sarà anche una parte di preparazione a secco. 

Si parte dunque con il primo a Castel Goffredo, il 19 e 20 novembre 2022, per le regioni Lombardia, Piemonte, Liguria e Valle D’Aosta. Si prosegue il 10 e 11 dicembre a Spinea per le regioni Friuli Venezia Giulia, Veneto, Trentino Alto Adige. Avanti il 7 e 8 gennaio 2023 con la tappa in Abruzzo per le regioni di Marche, Puglia, Molise e Basilicata, e il 14 e 15 gennaio con l’appuntamento a Calenzano per Toscana, Umbria ed Emilia Romagna. Si chiude con l’ultimo stage a Roma, il 28 e 29 gennaio, per Lazio, Campania, Calabria, Sicilia e Sardegna. Lo stage federale per la specialità artistico Inline è a calendario il 9 dicembre al pattinodromo “Nuove Gemme” di Spinea; qui saranno presenti, oltre al ct azzurro Hollan, anche le responsabili di specialità Silvia Marangoni e Marta Bravin. Per quanto riguarda la Solo Dance, invece, l’allenamento federale è in programma il 17 e 18 dicembre al Playhall di Riccione, con le stesse modalità. Infine a gennaio 2023 è previsto anche uno stage dedicato ai Gruppi Precision.

“Gli ultimi stage interregionali si sono svolti prima della pandemia - il commento di Ivano Fagotto, responsabile federale della commissione settore tecnico -. La novità di quest’anno è che ne sono stati organizzati ben cinque, suddivisi in tutto il territorio nazionale, per favorire la partecipazione di più pattinatori possibili e per venire incontro alle famiglie nell’incombenza degli spostamenti. L’obiettivo è dare la possibilità ai giovani atleti di migliorare la loro preparazione, soprattutto dal punto di vista tecnico. Inoltre sarà un’ottima occasione, essendoci presente il ct Fabio Hollan, per visionare gli azzurri del futuro che successivamente potranno prendere parte ai raduni e agli allenamenti federali”. 

Per maggiori informazioni qui 

 

Foto di Raniero Corbelletti